Il Permesso di Soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo

IL PERMESSO DI SOGGIORNO UE PER SOGGIORNANTI DI LUNGO PERIODO CHI PUO’ RICHIEDERE IL PERMESSO DI SOGGIORNO UE[1]? Se risiedi in Italia per un periodo continuativo e stabile puoi richiedere questa particolare tipologia di permesso, a condizione di possedere i seguenti requisiti:
  1. Essere in possesso di un permesso di soggiorno in corso di validità da almeno 5 anni (le assenze dello straniero dal territorio italiano non interrompono la durata del periodo di 5 anni purché non superino i 6 mesi consecutivi o i 10 mesi nel quinquennio, a meno che tale interruzione non dipenda da motivi gravi e documentati di salute o da altri gravi e comprovati motivi). NON può essere rilasciato ai titolari di permesso di soggiorno per motivi di studio, formazione professionale, protezione temporanea, motivi umanitari, asilo, permesso di soggiorno di breve durata;
  2. Avere un alloggio idoneo che rientri nei parametri minimi previsti dalla legge regionale per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica o che sia fornito dei requisiti di idoneità igienico-sanitaria accertati dall’unità sanitaria locale competente;
  3. Non essere pericoloso per la sicurezza dello Stato e l’ordine pubblico (l’eventuale provvedimento di diniego di rilascio dovrà riportare un’articolata motivazione sugli elementi che hanno contribuito a formulare un giudizio di pericolosità attuale e concreta);
  4. Aver superato il test di conoscenza della lingua italiana;
  5. Dimostrare di avere un reddito minimo, pari all’importo dell’assegno sociale. Se si fa richiesta anche per i propri familiari, il reddito è quello indicato di seguito:
  • 2/3 familiari = importo annuo pari al doppio dell’assegno sociale;
  • 4 o più familiari = importo annuo pari al triplo dell’assegno sociale.
I familiari per i quali è possibile richiedere il permesso di soggiorno CE sono gli stessi per i quali si può richiedere il ricongiungimento familiare (coniuge, figli minori anche del coniuge o nati fuori del matrimonio, figli maggiorenni a carico che non possano permanentemente provvedere alle proprie indispensabili esigenze di vita in ragione del loro stato di salute, genitori a carico). Il permesso di soggiorno UE è a tempo indeterminato e può essere usato come documento di riconoscimento a condizione che si rinnovi la fotografia ogni 5 anni. COME RICHIEDERLO? Bisogna presentare domanda alla Questura tramite una raccomandata da un Ufficio Postale dotato di Sportello Amico. Qui, puoi richiedere l’apposito kit a banda gialla. QUALI DOCUMENTI MI SERVONO? Oltre al modulo presente nel kit, debitamente compilato e firmato dal richiedente, bisogna allegare la seguente documentazione: - Fotocopia di tutto il passaporto; - Fotocopia del codice fiscale; - Fotocopia della dichiarazione dei redditi (Unico, CUD ecc. relativi all’anno precedente). Ai collaboratori domestici (colf/badanti) è richiesta l’esibizione dei bollettini INPS o l’estratto contributivo analitico rilasciato dall’INPS; _________________________ [1] Art. 9 del Testo Unico sull’Immigrazione - Certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali (entrambi devono essere richiesti presso l’Ufficio del Casellario del Tribunale); - Fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità; - Certificato di superamento del test di conoscenza della lingua italiana; - Copia delle buste paga relative all’anno in corso; - Documentazione relativa alla residenza e allo stato di famiglia; - Ricevuta del pagamento di 27,50 euro per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico; - Marca da bollo del valore di 16,00 euro; - Versamento del contributo di 200,00 euro; Il costo della raccomandata è di 30,00 euro. RICHIESTA DEL PERMESSO DI SOGGIORNO UE PER CONIUGE CONVIVENTE Per richiedere un proprio permesso di soggiorno UE, il coniuge di uno straniero già titolare di tale documento, deve presentare personalmente richiesta alla questura competente tramite raccomandata. Il coniuge può, infatti, richiedere il rilascio del permesso per motivi familiari compilando il modulo 1 dell’apposito kit a banda gialla presso un Ufficio Postale dotato di sportello amico. DOCUMENTI DA ALLEGARE - Marca da bollo del valore di 16,00 euro; - Modulo 2 compilato SOLO in caso di possesso di reddito proprio; - Fotocopia di tutto il passaporto; - 4 foto formato tessera; - Fotocopia dichiarazione redditi del coniuge (Unico, CUD ecc. relativi all’anno precedente) e propria se posseduta. Ai collaboratori domestici (colf/badanti) è richiesta l’esibizione dei bollettini INPS o l’estratto contributivo analitico rilasciato dall’INPS; - Certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali (entrambi devono essere richiesti presso l’Ufficio del Casellario del Tribunale); - Fotocopia del certificato di idoneità alloggiativa; - Certificato di superamento del test di conoscenza della lingua italiana; - Fotocopia documentazione anagrafica attestante il rapporto di unione. Se proveniente dall’estero la certificazione deve essere tradotta e legalizzata dalla Rappresentanza Diplomatica/Consolare italiana; (Clicca qui) - Ricevuta del pagamento di 27,50 euro per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico; - Versamento del contributo di 200,00. Il costo della raccomandata è di 30,00 euro. RICHIESTA DEL PERMESSO DI SOGGIORNO UE PER GENITORI A CARICO CONVIVENTI Per richiedere un proprio permesso di soggiorno UE, il genitore a carico di uno straniero già titolare di tale documento deve presentare personalmente richiesta alla Questura competente tramite raccomandata. Il genitore può richiedere il rilascio del permesso per motivi familiari compilando il modulo 1 dell’apposito kit a banda gialla presso un Ufficio Postale dotato di sportello amico. DOCUMENTI DA ALLEGARE - Marca da bollo del valore di 16,00 euro; - Fotocopia di tutto il passaporto; - 4 foto formato tessera; - Certificato di superamento del test di conoscenza della lingua italiana; - Fotocopia dichiarazione redditi del figlio (Unico, CUD ecc. relativi all’anno precedente). Ai collaboratori domestici (colf/badanti) (NOTA: LINK DI RIMANDO AI LAVORATORI ADDETTI ALL’ASS. FAMILIARE) è richiesta l’esibizione dei bollettini INPS o l’estratto contributivo analitico rilasciato dall’INPS; - Certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali (entrambi devono essere richiesti presso l’Ufficio del Casellario del Tribunale); - Fotocopia del certificato di idoneità alloggiativa; - Autocertificazione relativa alla residenza e allo stato di famiglia; - Fotocopia documentazione anagrafica attestante il rapporto di parentela. Se proveniente dall’estero la certificazione deve essere tradotta e legalizzata dalla Rappresentanza diplomatica/consolare italiana; (Clicca qui) - Ricevuta del pagamento di 27,50 euro per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico; - Versamento del contributo di 200,00 euro. Il costo della raccomandata è di 30,00 euro. RICHIESTA DEL PERMESSO DI SOGGIORNO UE PER FIGLI MINORI CON PIU’ DI 14 ANNI Per richiedere un proprio permesso di soggiorno UE, il figlio di età superiore ai 14 anni, convivente di uno straniero già titolare di tale documento deve presentare personalmente richiesta alla Questura competente tramite raccomandata. Il figlio può richiedere il rilascio del permesso per motivi familiari compilando il modulo 1 dell’apposito kit a banda gialla presso un Ufficio Postale dotato di sportello amico e allegando la seguente documentazione: DOCUMENTI DA ALLEGARE - Marca da bollo del valore di 16,00 euro; - Fotocopia di tutto il passaporto; - 4 foto formato tessera; - Fotocopia dichiarazione redditi del genitore (Unico, CUD ecc. relativi all’anno precedente). Ai collaboratori domestici (colf/badanti) (NOTA: LINK DI RIMANDO AI LAVORATORI ADDETTI ALL’ASS. FAMILIARE) è richiesta l’esibizione dei bollettini INPS o l’estratto contributivo analitico rilasciato dall’INPS; - Fotocopia documentazione anagrafica attestante lo stato di figlio minore. Se tale documentazione proviene dall’estero, la certificazione deve essere tradotta e legalizzata dalla Rappresentanza Diplomatica/Consolare italiana (Non è richiesta tale documentazione se il minore ha fatto ingresso con visto per ricongiungimento familiare) (Clicca qui) - Fotocopia del certificato di idoneità alloggiativa; - Ricevuta del pagamento di 27,50 euro per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico, - Versamento del contributo di 200,00 euro. Il costo della raccomandata è di 30,00 euro. FIGLI MINORI DI 14 ANNI Non c’è bisogno di fare domanda di permesso di soggiorno UE. È il genitore stesso che, al momento della richiesta del proprio permesso di soggiorno, dovrà richiedere anche l’iscrizione del figlio minore di 14 anni sul proprio, compilando la parte corrispondente nel modulo 1. Dall’entrata in vigore del nuovo permesso di soggiorno elettronico (NOTA: LINKARE ALL’ART. SUL PDS ELETTRONICO), i figli minori già dall’età di 6 anni avranno una loro tessera individuale, che costituisce un allegato dell’autorizzazione del famigliare e non costituisce, singolarmente, un titolo valido per il soggiorno in Italia. Al compimento del quattordicesimo anno di età che il figlio dovrà fare richiesta per un proprio autonomo permesso di soggiorno. COSA ACCADE SE SONO GIA’ TITOLARE DI PERMESSO DI SOGGIORNO UE RILASCIATO DA UN ALTRO STATO MEMBRO DELL’UNIONE EUROPEA? In questo caso puoi richiedere di soggiornare sul territorio italiano per un periodo superiore a 3 mesi al fine di: - Frequentare un corso di studi o formazione professionale; - Esercitare un’attività economica in qualità di lavoratore autonomo o subordinato. In quest’ultimo caso, lo straniero dovrà preliminarmente richiedere allo sportello unico per l’immigrazione della prefettura della provincia in cui dimora, la concessione della particolare autorizzazione al lavoro; - Trattenerti per altro scopo lecito, dimostrando di possedere mezzi di sussistenza sufficienti, pari ad almeno il doppio dell’importo minimo previsto dalla legge per l’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria e stipulando una polizza assicurativa sanitaria per il periodo del soggiorno Otterrai un permesso di soggiorno (non UE) annuale o biennale rinnovabile alla scadenza e ai tuoi familiari viene rilasciato un permesso per motivi di famiglia. COME FACCIO AD AGGIORNARE IL PERMESSO DI SOGGIORNO UE? Presenta domanda alla questura tramite una raccomandata da un Ufficio Postale dotato di Sportello Amico, dove è possibile richiedere l’apposito kit a banda gialla. Il permesso di soggiorno UE deve essere aggiornato allegando l’apposita documentazione per ciascuna delle seguenti motivazioni: - Cambio di domicilio o residenza: E’ sufficiente compilare il modulo 1; - Inserimento figlio minore di 14 anni: Compilare modulo 1, inserire il certificato di nascita e, se ha fatto ingresso con ricongiungimento, inserire il passaporto. Inserire inoltre il certificato di frequenza scolastica se il minore è in età soggetta al diritto-dovere all’istruzione; - Modifica dati del passaporto: Allegare copia del nuovo passaporto; - Variazione dati anagrafici: Compilare il modulo 1 e inserire le dichiarazioni delle rappresentanze diplomatiche sulle motivazioni delle variazioni di nome cognome ecc; - Aggiornamento delle foto: Compilare il modulo 1. Questa operazione deve obbligatoriamente essere eseguita ogni 5 anni solo nel caso in cui il titolo venga utilizzato come documento di identità. RICORDA! L’aggiornamento del permesso di soggiorno NON prevede il pagamento del contributo di 200,00 euro.
Torna alle news
Tags
#Chiesa #FAST #Ukraine #WAI #WelcomeUkraine 100 vele Academy Accademie Italiane Accommodation agevolazioni albanesi in utalia Albania alunni stranieri Aquila arte Artyou Roma Assadakah Assegno familiare stranieri assegno sociale assegno sociale per stranieri Assicurazione Assicurazione Sanitaria Assistance assistenza medica in Italia assistenza per stranieri assistenza socio sanitaria Association Associazione per stranieri attesa occupazione attualità aumento costi SSN Aut Basilica San Pietro Bocconi Bolzano bonus bebè bonus mamma Borghi business italia business visa Italy CAF Cambiamento climatico Carta d’identità per cittadini stranieri carta di soggiorno Carta identita cerco lavoro CERTIFICAZIONE VERDE certificazioni informatiche CI cibo cina cittadinanza cittadini albanesi cittadini extra comunitari Cittadini extra UE cittadini stranieri cittadino extracomunitario clima climate clock Codice fiscale colosseo congedo mestruuale conversione permesso copertura sanitaria copertura sanitaria stranieri coronavirus corsi di lingua italiana corsi lingua italiana corsi professionalizzanti corsi stranieri corsi universitari corsi universitari online corso formativo COVID 19 crisi climatica cultura culture curiosità Dama Galleria Dante decreto flussi dichiarazione di presenza didattica Digital digitale diritti documentazione scuola stranieri documento di soggiorno in trattazione donna donne economia editoriale emergenza sanitaria entrare in Italia Erasmus esami EUR Europ Assistance Europa eventi eventi letterari eventi wai evento velico Fake news family reunification femminismo Festa festa della donna festa della mamma Festa della Republica Festeggiamenti finanza Firenze Fondazione MAXXI foreign students formazione formazione professionale Formula E Friday for Future Fridays for Future Gay Pride gender gap Giardini del Quirinale Gran Premio Grandmother Project Green health insurance for foreigners Health insurance italy Hi-tech Holidays Rome ICOMOS ID ID card inclusione Indiani Integrazione international student Iran iscrizione anagrafica iscrizione scuola infanzia iscrizione stranieri a scuola iscrizione volontaria SSN ISEE Islam istituto David istituzione italia Italia rimborso spese Italy Klimt kosovo Laurea lavorare in Italia Lavoratori lavoro lavoro al nero lavoro degli stranieri lavoro stranieri lazio legalizzazione documento letteratura lettura LGBTQIA+ Lifestyle LIM lingua italiana Little by Little Luiss marzo master italia Master primo livello Matera Mauritania Milano studi Mille miglia Ministero degli Esteri Ministero della Cultura Ministero Istruzione Minoranze Modena molise Museo Virtuale notizie utili Overseas Palazzo dei congressi pandemia pensione in italia pensione per gli stranieri pensione stranieri permesso di lungo periodo permesso di soggiorno permesso soggiorno PermessoUE Pittori Pixar pizza Playlist Politecnico di Milano Politecnico Milano polizza sanitaria precariato Premio pace Primo Maggio pubblica amministrazione punteggi docenti raccolta fondi Ramadan recessione reddito di inclusione Reggia di Caserta regolarizzazione residence card Residence Permit resident permit ricongiungimento familiare Riconoscimento non accademico riconoscimento titolo di studio rimborso spese mediche rinnovo passaporto rinnovo permesso Road to Rome roma Romapride Rome Rwanda Sacro Cuore Sciopero Scuola scuola iscrizione stranieri Scuola italiana scuole di lingua seminario Senegal servizio sanitario nazionale SMA Smart working soggiornare in italia sonno spagna spese mediche Sportello Unico per l’Immigrazione Spotify stranieri stranieri a scuola stranieri e scuola Stranieri in Italia stranieri tessera sanitaria straniero Extra U.E. studente Extra UE studenti studenti albanesi studenti in Italia Studenti stranieri Studiare in Italia study visa tablet Talenti Italiani tax code tecnologia tempo libero tessera sanitaria Tor Vergata tour virtuali traduzione travel for work Trieste trovare lavoro turismo turismo in Italia UCAI Ucraina ue Unesco università vacanza vacanze Vaticano Verona viaggi viaggiare visa visite guidate Visto visto d'ingresso visto d'ingresso per affari visto Schengen uniforme Vivere in Italia vivere in Italia VN VSU VTL WAI academy WAI corsi Welcome Association Italy welfare World Heritage Day

Lascia un commento

Commenti

Senza Titolo(Obbligatorio)